Innovazioni alloggio

Niente più notti tropicali grazie all’asfalto rinfrescante

Chi nelle sere d’estate attende il tram sul marciapiede o inforca la bicicletta conosce la sensazione: un caldo rovente, come in una fornace! Si tratta del cosiddetto «Urban Heating», il calore urbano, noto anche come effetto isola di calore: strade, marciapiedi e piste ciclabili coperte di asfalto scuro incamerano di giorno una quantità enorme di energia solare che rilasciano poi di notte. 

Si tratta di veri e propri punti caldi che riscaldano le città costituendo così un pericolo per la popolazione. E con le temperature in continuo aumento a causa del cambiamento climatico questo problema non farà che accentuarsi.

1/1 – Le diverse miscele d’asfalto sull’apposito tratto di Test a Berna.

Innovazione rinfrescante per notti canicolari: la pavimentazione stradale come condizionatore d’aria

Quasi il 20 per cento del suolo nelle città e nelle agglomerazioni è costituito da strade o marciapiedi. Si tratta di un’enorme fonte di calore. Ed è proprio su questo aspetto che fanno leva gli enti pubblici con il progetto pilota innovativo «Manti stradali freschi». L’idea di base è semplice: con una nuova miscela di asfalto chiara si intende ridurre l’effetto isola di calore e far sì che le estati in città siano caratterizzate da temperature sopportabili.

1/3 – Esempio d'asfalto con pietrisco chiaro.

Dopo una prima serie di studi, nel giugno 2020 è iniziata la fase dei test: dodici miscele d’asfalto diverse sono state posate lungo appositi tratti a Sion (VS) e a Berna (BE). Nei prossimi mesi si esamineranno fra l’altro i risultati dell’utilizzo di manti stradali chiari, vernici chiare e asfalto con pietrisco chiaro. Oltre all’assorbimento di calore, si esamineranno anche le emissioni acustiche prodotte dall’interazione veicolo-pavimentazione. Una situazione doppiamente vantaggiosa, dato che le nuove miscele saranno anche più silenziose. 

La città del futuro

Alberi ombrosi, superfici verdi e acqua (in ruscelli, stagni o fontane) svolgono un ruolo centrale per combattere le ondate di calore nelle città e nelle agglomerazioni. Ma non basta, si tratta infatti di ripensare le città. Dalla miscela di asfalto alla produzione di aria fredda nel parco fino alle correnti di aria fresca che attraversano i quartieri residenziali: la città vivibile di domani combina misure innovative con elementi che rinfrescano in modo naturale, aumentando così anche la sensazione di benessere!

Qui potete accedere a un contributo interessante che vi illustra il progetto (disponibile unicamente in tedesco). Buona visione!

1/1 – L'arte incontra il cambiamento climatico: l'intervento di Heinrich Gartentor "Isola nella città" al Münsterhof di Zurigo (2019), mostra come gli spazi urbani del futuro potrebbero essere non solo più naturali ma anche più freschi.